GIUSEPPE STAMPONE

 

www.giuseppestampone.net

 

BIOGRAFIA


Giuseppe Stampone è nato a Cluses (Francia) nel 1972. Lavora fra Milano e New York. Stampone ha integrato l’uso dei nuovi media a progetti artistico-didattici rivolti a temi sociali e ambientali come è stato per Acquerelli per non sprecare la vita e Il perché dell’H2O, con la partecipazione di 10.000 bambini, in 30 Paesi del mondo in partenariato con ProgettoMondo MLAL. Con il Solstizio Project, di cui è uno degli ideatori, sta realizzando due progetti artistico-didattici, co-finanziati dall’Unione Europea, che si sviluppano nei territori di Italia, Polonia, Croazia, Spagna, Cipro, Slovenia, Burkina Faso e Benin, in cui saranno realizzate quattro installazioni permanenti in luoghi pubblici e tre installazioni di arte relazione con la partecipazione di 15.000 bambini. Ha appena avviato due opere di arte globale dal titolo “Global Education” e “Saluti da L’Aquila” che si trasfigureranno con la piattaforma di Solstizio project.
Collabora con lo IULM di Milano, l’Università degli Studi di Teramo, Federico II di Napoli, e il MCLuhan Program in Culture and Technology di Toronto. Progetta e realizza interventi di ricerca e sperimentazione su arte e new media con Alberto Abruzzese e Derrick De Kerchkove.

Giuseppe Stampone è un artista che da anni lavora utilizzando tutte le sinergie possibili tra il piano della realtà/reale e quello della realtà/digitale, creando un piano neodimensionale in cui l’opera espande le proprie capacità relazionali infiltrandosi in modo capillare nel nostro quotidiano. “Saluti da L’Aquila” è un’opera dal forte carattere etico, un impegno che Stampone ha già mostrato come fondamentale nel proprio lavoro realizzando progetti dalla chiara connotazione sociale come Acquerelli per non sprecare la vita a cura di Elena Forin e Maurizio Bortolotti, WHY? e Architecture of Intelligenceche hanno coinvolto più di diecimila bambini, e sono stati finanziati dall’Unione Europea (Non-State Actors and Local Authorities in Development). Dal 2011 al 2015 l’artista realizzerà installazioni nelle seguenti città europee ed extraeuropee:Cze?stochowa (Polonia), Osjiek (Croazia), Vicenza, Nova Gorica (Slovenia), Strovolos (Cipro), Avila (Spagna), Roma,Ouagadougou (Burkina Faso), Porto-Novo (Benin)

 

 

 

 


 

Senza titolo

stampa digitale su forex

315 x 155 cm

2001

Viaggio della speranza

light box

200 x 47 cm

2009

Bye bye Ai Weiwei

Stampa fotografica

75 x 50 cm

2011

 

Le opere sono state gentilmente donate dall'artista al MUSPAC, per la ricostituzione della collezione permanente, gravemente danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009.

Collezione Permanente | home

Per utilizzare materiali e immagini di questo sito citare la fonte oppure contattare il MUSPAC

Via Ficara, Piazza d'Arti L'Aquila - tel 338.2374725 - info@museomuspac.com