ALDO ROSSI

 

 

BIOGRAFIA

Aldo Rossi nasce a Milano nel 1931; nel 1949 si iscrive al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1959. Dal 1955 collabora come redattore a “Casabella-continuità” fino aI 1964, anno di chiusura della rivista. E' la prima di una lunga serie di collaborazioni che lo portano partecipare attivamente al dibattito culturale di quegli anni: collabora al periodico “Società” ed è membro della redazione di “Il Contemporaneo”. Nel 1956 inizia a lavorare da Gardella e poi da Zanuso; a partire dal 1963 è assistente di Quaroni alla scuola di urbanistica di Arezzo e di Aymonino all'Istituto di Architettura di Venezia. Nel 1965 viene nominato professore incaricato al Politecnico di Milano e l'anno seguente pubblica l'Architettura della città. Nel 1971 è sospeso dall'insegnamento in Italia insieme ai membri del Consiglio di Facoltà di Architettura di Milano, e negli anni successivi (1972-1975) insegna progettazione architettonica presso il Politecnico federale di Zurigo. Nel 1973 dirige la sezione internazionale di architettura alla Triennale di Milano . Reintegrato all'insegnamento in Italia, dal 1975 insegna Composizione architettonica all'Istituto Universitario di Architettura di Venezia e diventa Accademico di San Luca nel 1979. Negli stessi anni si dedica ad una intensa attività internazionale: è Direttore del Seminario internazionale di Santiago de Compostela, insegna in diverse Università negli Stati Uniti, collabora con l'Institute for Architecture and Urban Studies. Seguono viaggi in Cina e a Hong Kong e varie conferenze in America Latina. Nel 1981 pubblica A scientific Authobiography e ottiene il primo premio al concorso internazionale ristretto IBA per il progetto dell'isolato n.10 tra la Kochstrasse e la Friedrichstrasse a Berlino Nominato Direttore della sezione architettura della Biennale di Venezia del 1983 e membro onorario del Bda, ottiene il primo premio al concorso per il Teatro Carlo Felice di Genova nel 1984. Cura importanti mostre dal 1986 al 1988: le personali di Torino e di Mosca, una antologica al museo di York e al Riba di Londra, altre mostre a Madrid e a villa Farsetti per la Biennale di Venezia. Nel 1987 vince il concorso internazionale per la Villette Sud a Parigi e il concorso internazionale per il Deutsches Historisches Museum a Berlino (che presenta in Germania con un ciclo di conferenze). Nel 1989 riceve l'incarico per il Teatro de las lndias da parte della Junta de Andalucia a Siviglia e continua le ricerche nel campo del design industriale per Unifor e Alessi L'assegnazione del Pritzker Prize nel 1990 apre un periodo di prestigiosi riconoscimenti: nei due anni successivi dopo l'Aia Honor Award ottiene il premio città di Fukuoka per la migliore architettura con il complesso alberghiero “Il Palazzo”; il premio per l'architettura “Campione d'Italia nel mondo” e il premio “1991 Thomas Jefferson Medal in Architecture”. Grandi mostre sulle sue opere si susseguono al Centre Georges Pompidou di Parigi, alla Borsa di Berlage ad Amsterdam, presso la Berlinische Galerie di Berlino e il Museo di arte contemporanea di Gand. Membro onorario dell'American Academy of Arts and Letters di New York nel 1996, riceve il Premio speciale Cultura per il settore “Architettura e Design” della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1997. Muore a Milano il 4 settembre dello stesso anno. Negli anni successivi riceve il premio “Torre Guinigi” alla memoria (1999) per i “fondamentali contributi agli studi urbani” e il premio postumo Seaside Architectural Prize (2000) del Seaside Institute (Florida), per il significativo contributo” to the quality and character of communities” (residenza unifamiliare a Seaside,1995).

 

 

Litografia

50 x 70 cm

 

Collezione Permanente | home

Per utilizzare materiali e immagini di questo sito citare la fonte oppure contattare il MUSPAC

Via Ficara, Piazza d'Arti L'Aquila - tel 338.2374725 - info@museomuspac.com