STEFANIA FABRIZI

 

 

 

 

BIOGRAFIA

Nata a Roma nel 1958, dove vive e lavora.

mostre personali
2004 Studio Gobbi, Roma.
2004 Galleria Maniero, Flash Art Fair, Milano (con Adriano Nardi);
2003 Galleria Maniero, Roma;
2002 Galleria Studio d arte Fedele, Monopoli (BA);
2000 Martirio dei Clarettiani, Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone, Roma (opera permanente);
2000 Galleria Alberto Frullini, Pistoia;
2000 Complesso di Sant Andrea al Quirinale, Roma;
1999 Galleria Studio Gobbi, Roma;
1998 Galleria Marazzani, Piacenza;
1998 Galleria Marazzani, Arte Fiera 98, Bologna;
1996 Galleria Maniero, Roma;
1994 Galleria Il Polittico, Roma;
1992 Galleria Melari, Roma;

mostre collettive
2006 “Opening”, Libra Arte Contemporanea, Catania;
2006 “O mia cara trementina...” Romberg Arte Contemporanea, Latina;
2006 “XII Biennale d'Arte Sacra Contemporanea”, Museo Stauros, San Gabriele (TE);
2006 “Viaggio in Sicilia”, Complesso Monumentale dello Spasimo, Palermo;
2006 "PITTURA ELETTRICA capitolo I", GiaMaArt studio, Vitulano (Bn);
2005 “Pasolini e Roma”, Museo di Roma in Trastevere, Roma;
2005 “Ovalitudine”, Complesso Le Ciminiere, Catania;
2005 “Il senso del male”, Galleria delle Arti Contemporanee, Caserta;
2005 “Il fascino indiscreto della pittura 2”, Galleria Maniero, Roma;
2005 “E42 EUR Segno e Sogno del 900”, Palazzo degli uffici Salone delle fontane, Roma;
2005 “Cow Parade”, Firenze;
2005 “Chiaroscuro”, Flowers east gallery, Londra;
2005 “Altre Lilith”, Scuderie Aldobrandini, Frascati;
2004 “XI Biennale d’ arte sacra”, Museo Staurns d arte contemporanea, S. Gabriele (TE);
2004 “Triennale d Arte Sacra”, Lecce;
2004 “Quel che il cuore non dice”, Casa d Arte Del Prete, Roma;
2004 “Lilith”, Scuderie Aldobrandini, Frascati;
2004 “Arte Italiana per il XXI secolo”, Palazzo del Ministero degli Affari Esteri, Roma;
2004 “a.i. 20. Artiste in Italia nel XX secolo” , Palazzo Mediceo, Seravezza (Lucca);
2004 “(C)arte italiane”, Galleria Casagrande, Roma;
2003 “Nel corpo nell’ immagine” XXXVI Premio Vasto, Musei Civici di Palazzo d’ Avalos, Vasto (CH);
2003 “Serata romana”, Galleria Anastasi, Catania;
2003 “Premio Sulmona” , Sulmona;
2003 “Occhio! “, Ex macello, Benevento;
2003 “Obsesinn“, Galleria Piziarte, Teramo;
2003 “Futuro Italiano“, Parlamento Europeo, Bruxelles;
2003 “Anatomie del futuro“, Ex carcere Piazza Trinitr, Vitulano (BN);
2003 “ (C)arte italiane“, Palazzo Justus Lipsius, Commissione Europea, Bruxelles;
2002 “X Biennale d’ Arte Sacra“, Fondazione Staurns Italiana, San Gabriele (Teramo);
2002 “Young Art“, Finarte, Cartiere Vannucci, Milano;
2002 “www.plot.@rt“, Galleria Arturarte, Settevene, Nepi (VT);
2002 “Una Babele postmoderna“, Palazzo Pigorini, Parma;
2002 “Laboratorio Babbuino“, Roma;
2002 “La Famiglia nell’arte - Storia e immagini nell’ Italia del XX secolo“, Museo del Corso; Roma;
2002 “53° Premio Michetti“, La città e le nuvole, Fondazione Michetti Francavilla al Mare (PE);
2001 “XXVI Premio Avezzano“, Avezzano (AQ);
2001 “Premio Ferrazzi“, Sabaudia (LT);
2001 “La Pittura delle Gioie“, Bulgari Contemporary Art Exhibition, Tokyo International Forum;
2001 “Kyoto Takashimaya“, Isetan Tokyo Museum;
2001 “Dalla Mini al Mini“, Palazzo delle Esposizioni, Roma;
1999 “Una stanza tutta per sé“ , Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo;
1999 “Straordinari Cortili“, Palazzo Capponi Antonelli, Roma;
1999 “Oraziana“, Licenza;
1999 La pittura ritrovata , Museo del Risorgimento, Roma;
1999 “IX Biennale d’ Arte Sacra Contemporanea“, Fondazione Staurns Italiana, San Gabriele (Teramo);
1999 “I corpi e le mura“, Galleria Il Gabbiano, Roma;
1999 “Giganti“, Fori Imperiali, Roma;
1999 “Finché c’è morte c’è speranza“, Trevi Flash Art Museum, Trevi (Pg);
1999 “Dellanotte“, Galleria Pio Monti, Roma;
1999 “Collettiva“, d’ AC, Ciampino (Roma);
1999 “2000 Nativity“, Ostenda (Belgio);
1998 “Percorsi d’ arte nella Città giardino“, Garbatella, Roma;
1998 “Things to come“, Galleria Maniero, Roma;
1998 “Passeggiata italiana“, Brisbane;
1998 “Il Progetto dell’essenza“, Istambul;
1998 “Futuro Classico“, Galleria Orti Sauli, Genova;
1997 “L’ arte a Roma“, Ex Mattatoio, Roma;
1997 “Dal reale al virtuale“, Temple Gallery, Roma;
1997 “Collezione Permanente“, Museo d arte Paolo Pini, Milano;
1995 “La nuova chiesa“, San Filippo Neri, Roma.


“L'opera è un chiaro invito a guardare oltre il velo dell'indifferenza, soprattutto in un contesto come quello dell'Aquila, città provata e ancora ferita dai duri accadimenti inferti da una natura della quale spesso sfugge il recondito disegno.
 O più semplicemente la mia opera, una lunga carta dove si ripetono volti con occhi bucati da troppa luce, potrebbe essere intesa come modulo per una carta da parati, adattabile alla camera di chi ha perso la speranza, di chi invece non vuole guardare, di chi non c'è o non risponde a quello che una giusta etica chiamerebbe a fare concretamente.
 Un semplice sentito monito per tutti noi, perchè nulla accada invano. L' apertura del museo indica la ferma volontà di un nuovo inizio ed io partecipo con sincera gioia a questo evento con la donazione della mia opera come piccolo possibile  apporto  che un artista può dare, fiduciosa che nel tempo la città tutta dell'Aquila ritorni ad essere la meraviglia che è sempre stata.”

Stefania Fabrizi
ottobre 2011

 

 

 

 

   


 

Dormiveglia

gessetto su carta

35 x 25 cm

1999

 

Beati quelli che hanno occhi per vedere

carboncino e pittura su carta

150 x 600 cm

2010

 

L'opera Beati quelli che hanno occhi per vedere è stata gentilmente donata dall'artista al MUSPAC, per la ricostituzione della collezione permanente, gravemente danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009.

 

 

Collezione Permanente | home

Per utilizzare materiali e immagini di questo sito citare la fonte oppure contattare il MUSPAC

Via Ficara, Piazza d'Arti L'Aquila - tel 338.2374725 - info@museomuspac.com