LAURA BARBARINI

 

www.laurabarbarini.it

 

BIOGRAFIA

Laura Barbarini è nata a Sao Paulo il 17 luglio del 1956. A Roma frequenta il liceo artistico e l'accademia di belle arti seguendo il corso di pittura del professore Enzo Brunori. Nel 1989 è invitata da Mariano Apa alla XXV edizione del Premio Avezzano e nel 1992 da Patrizia Ferri alla mostra Roma 360°, 10 notti della critica . La sua prima mostra personale è nel 1993 alla galleria Il Segno di Roma. A questa seguono diverse partecipazioni ad esposizioni collettive tra queste: " Transizioni, Migrazioni, Passaggi" alla A.A.M.Architettura Arte Moderna di Roma curata da Francesco Moschini, la rassegna "Primaverile ARGAM" nel 1995 alla galleria Edieuropa Qui Arte Contemporanea, invitata da Enzo Bilardello. Nel 1996 è presente alla mostra "Pitture"curata da Marco Goldin alla Casa dei Carraresi di Treviso e nel 1997 espone alla galleria il Segno nella mostra " Riassunto Due". Tra il1998 e il 1999 realizza un ciclo di opere, dedicate al poeta Zbigniew Herbert, che espone all'Istituto Polacco di Roma con la mostra personale "Distanze" nel 1999. L'anno successivo partecipa al V Workshop internazionale d'arte nel castello di Ryn in Polonia e alla mostra organizzata dalla Banca Nazionale del Lavoro "Una banca per l'arte oltre il mecenatismo"a Roma curata da Enzo Bilardello e Guido Strazza. Negli anni seguenti è invitata da Carlo Fabrizio Carli alla I edizione del Premio Nazionale di Pittura "Ferruccio Ferrazzi"a Sabaudia nel 2001 e alla LIII edizione del Premio Michetti "La città e le nuvole, Italia-Argentina" nel 2002. Le opere che realizza in questi anni vengono esposte nella mostra "Pittura da camera", in una abitazione privata a Roma con un testo in catalogo di Enzo Bilardello. Nel 2003 partecipa allaVII edizione del Premio Kiwanis, Villa San Giovanni e alla seconda edizione del premio di pittura "Ferruccio Ferrazzi" curata da Carlo Fabrizio Carli.
Nel 2004 espone a Roma a Le Pain Quotidien in collaborazione con la galleria Tondinelli con la personale "Anima loci"a cura di Cesare Biasini Selvaggi e partecipa alle mostre "Astrattismo tra due secoli" e "Vedo rosso" alla galleria Edieuropa Qui Arte Contemporanea: Sono del 2005: la personale "Ascolti verticali", presentata da Carlo Fabrizio Carli e la personale "Rappresentazioni" nel foyer del teatro Sala Umberto a Roma, la partecipazione al XXXII Premio Sulmona, invitata da Duccio Trombadori, la collettiva RecitArt per la BNL nelle officine del volo a Milano, curata da Enzo Bilardello, e le collettive Maestri dell' astrattismo e nuove proposte e Vedo blu, il blu nell'arte contemporanea, alla galleria Edieuropa a Roma. Sempre nel 2005 partecipa alla mostra " Figure" all'Archivio centrale dello Stato a Roma curata da Carlo Fabrizio Carli. Nel 2006 è invitata da Mariano Apa alla XXII edizione della Biennale d'Arte Sacra a San Gabriele, presenta un'opera nella rassegna Arte in farmacia, curata da Floriana Tondinelli a Roma e partecipa alla mostra collettiva per i quarant'anni della galleria Edieuropa. L'anno seguente è invitata da Giovanni Bonanno alle esposizioni "Estasi di primavera" a Piraino e "Magnificat" a Ficarra ed è presente con un opera alla mostra "Cento artisti intorno al giardino" organizzata dalla Galleria degli Archi a Comiso. Partecipa nel 2007 alla mostra "Dante e il Purgatorio" alla Fondazione Casa di Dante in Abruzzo invitata da Carlo Fabrizio Carli e nel 2008 alla mostra Antico e Novissimo a Cagli nelle sale del Palazzo Berardi Mochi Zamperoli curata da Michela Scolaro. Sono del 2009 le partecipazioni alle mostre: "Pittura d'Italia luoghi veri e dell'anima" a Rimini nelle sale del Castel Sismondo curata da Marco Goldin, "Gli amici pittori" nella galleria Ceribelli a Bergamo a cura di Ruggero Savinio , Venite Adoremus nella chiesa degli artisti a Roma a cura di Stefania Severi e la personale al Palazzo della direzione generale della BNL a Roma.

Laura Barbarini vive e lavora a Roma

 


 

Senza titolo

disegno su carta

1991

 

Collezione Permanente | home

Per utilizzare materiali e immagini di questo sito citare la fonte oppure contattare il MUSPAC

Via Ficara, Piazza d'Arti L'Aquila - tel 338.2374725 - info@museomuspac.com