VIDEOZOOM: GRECIA
 

 

 

 

 

 

 

 

VIDEOZOOM: GRECIA
In ?ausa

a cura di
Maria Dialektaki e Maria Papaioannou

10 - 11 ottobre 2015

Sabato 10 e domenica 11 ottobre, in occasione dell’undicesima giornata del contemporaneo promossa da AMACI, il MU.SP.A.C. - dopo il successo ottenuto nel 2012 con Videozoom:Bangladesh – in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, con il sostegno della Fondazione Carispaq e il patrocinio del Comune dell’Aquila, ha ospitato Videozoom:Grecia, un’iniziativa “in progress” dell’Associazione Culturale Sala 1, che intende mostrare la video arte contemporanea di diverse realtà territoriali.
In Πausaè il titolo di questa rassegna itinerante a cura di Maria Dialektaki e Maria Papaioannou, sostenuta dalla Stavros Niarchos Foundation, presentata con un’importante conferenza il 14 Novembre 2014 nel Museo di Roma in Trastevere e proseguita nel 2015 negli spazi di Sala1, presso il C|E Contemporary di Milano e ad Atene.

La crisi finanziaria che affligge la Grecia negli ultimi anni ha colpito significativamente la società. Le persone sono costrette a confrontarsi con i bisogni crescenti e con una realtà in tumultuosa trasformazione. Allo stesso tempo, la consapevolezza di essere nel mezzo di una costante e radicale trasformazione porta ad un contrasto netto con il profondo senso di stagnazione e incertezza.
Sorprendentemente il mondo continua a muoversi secondo lo stesso rapido ritmo mentre il tempo diviene sempre più relativo; i suoi confini una volta così chiaramente delimitati si dissolvono, la capacità di pianificare a lungo termine si indebolisce e i punti di riferimento preesistenti vengono meno.
Come affermava il filosofo tedesco Martin Heidegger, l’uomo tenta costantemente di comprendere il tempo soltanto nei termini limitati della sua vita. In questo senso, il tempo può solo essere percepito attraverso il concetto di mortalità e l’unico e consapevole punto di contatto dell’uomo con il tempo è il quasi inimmaginabile concetto di presente. Quando il momento attuale è così incerto e appare così desolante, come può il senso e il significato del tempo mutare forma? Gli artisti Loukia Alavanou & Cecilia Jardemar, Bill Balaskas, George Drivas, Vasilis Patmios Karouk, The Spiritual Studio e Lina Theodorou registrano il cambiamento della propria personale realtà e riflettono i propri pensieri privati sulla ricerca di tale significato in un momento cruciale per il loro paese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

attività 2015| home

Per utilizzare materiali e immagini di questo sito citare la fonte oppure contattare il MUSPAC

Via Ficara, Piazza d'Arti L'Aquila - tel 338.2374725 - info@museomuspac.com